Ciao a tutti i miei amichetti! Oggi vi racconto di “Libri in Movimento -Mommy, Baby & Book”. Come trascorrere una mattinata fuori dall’ordinario.

L’altro giorno la mia mamma in mediateca si è imbattuta in una brochure tutta colorata che ha subito attratto la sua attenzione. Oramai è diventata come me, appena vede qualcosa di colorato e sbrilluccicante si ferma.

In questo volantino, c’erano scritte una serie di attività che si sarebbero svolte di lì a poco nella mediateca del paese.

Tra queste, ne era presente una per i bimbi piccoli, piccoli come me! Non ha esitato e ha deciso di portarmici. S’intitolava:”Libri in movimento”.

Questa mattina infatti, dopo avermi somministrato i miei 200ml di latte (sì avete letto bene, altrimenti vi assicuro che sono intrattabile a stomaco vuoto), mi ha caricato nell’ovetto in auto.

Dopo un po’, non so quanto, perchè nel frattempo me la sono dormita, mi sono ritrovata in una saletta tutta nuova, con al centro tanti materassini e cuscini.

Su di questi erano presenti delle cose quadrate e rettangolari che non avevo mai visto.

Una delle dade ha detto che si chiamano libri. Ne erano presenti di rigidi e di morbidi, di cartonati, di stoffa, di colorati e persino alcuni con degli animaletti che uscivano dalle pagine!

Io e la mia Mamma Libri in movimento: una mattinata fuori dall'ordinario
Photo by li tzuni on Unsplash

Questi erano tutti sparsi sopra i materassini disposti al centro della stanza, dove altri bimbi (con qualche mese in più di me), li tastavano, mordevano e giravano in tutti i modi.

L’attività di questa mattinata era “Libri in movimento”, ho messo il link al sito di riferimento nel caso in cui siate interessati ai prossimi appuntamenti.

Le dade presenti hanno recitato e cantato per noi il libro “A Caccia dell’orso”.

Non ho capito esattamente di cosa stessero parlando e cantando, ma giuro che sono rimasta incantata!

La mamma ha detto che sembravo in adorazione!

In ogni caso non ero l’unica, anche gli altri bambini erano entusiasti dello spettacolo!

Dopo lo spettacolino, c’è stato il momento merenda.

Ho mangiato il mio omogeneizzato alla frutta sulle gambe della mamma perché non voleva che io sporcassi tutti i cuscini della saletta con le mie manine piene di pera (anche se non ne ho capito il motivo, erano così dolci!)

Subito dopo abbiamo ascoltato e guardato le animatrici ballare qualche altra canzoncina.

Io ne ero rapita!

Ci sono rimasta molto male quando la mamma mi ha rivestito per riportarmi a casa…per fortuna mi ha consolato con il pranzo!

Lei sa come farmi tornare il sorriso!

Se ti è piaciuto questo racconto “Libri in movimento: una mattinata fuori dall’ordinario”, puoi leggere la puntata precedente! Oppure “Una favola: tanti suoni, tante lingue!

Please follow and like us: