Cosa metto nella borsa per il cambio del neonato?

Care neomamme bentornate! Cosa mettere nella borsa per il cambio del neonato?

Questa è la domanda principale da porsi tutte le volte che si sta per uscire con la nostra creatura.

O meglio: è la domanda che ci si pone le prime volte che si esce, perchè man mano che il tempo scorre ognuna di noi affina sempre meglio questa tecnica. Fino a diventare infallibili!

Cosa metto nella borsa per il cambio del neonato?

Ognuna di noi ha le sue preferenze, ma ci sono oggetti che non possono assolutamente mancare.

Uno su tutti: Pannolini, pannolini, pannolini!

Che siano usa e getta (molto comodi per le uscite) o lavabili, l’importante è che siano presenti. Di regola oserei dire mai meno di tre (perchè non si sa mai!)

Viene da sé che il problema successivo è lo smaltimento degli stessi. Sì perché non in tutto i luoghi è presente un bidone dove buttarli. Di conseguenza bisogna sempre portarsi dietro un sacchetto di plastica che sia possibile sigillare bene, in modo da non espandere troppo “l’aroma” dei pannolini sporchi, mentre arriviamo alla meta.

Durante il cambio fuori casa poi, sono sempre necessarie delle salviette.

Per lo stesso discorso di cui sopra, non sarà sempre possibile trovare del sapone e dell’acqua corrente sotto cui lavare “la zona incriminata” del bebè.

Per effettuare il cambio sarebbe necessario un fasciatoio. Ovviamente, come sopra, non sempre sono trovabili (anzi in Italia è merce piuttosto rara). Di conseguenza, le mamme hanno praticamente sempre nella borsa un fasciatoio portatile.

A questo punto basta trovare un qualsiasi piano d’appoggio per effettuare il cambio.

A volte, purtroppo (parlo per esperienza personale) è difficile trovare anche quest’ultimo e ci si trova a cambiare il bebè mettendo il fasciatoio portatile disteso dentro la navicella.

Non è il massimo, ma “si fa di necessità virtù”.

Terminato il cambio, ci si può accorgere che il piccolo si è macchiato il body (sì, purtroppo a volte può capitare). Consiglio quindi di tenere sempre in borsa un cambio completo per il vostro bambino, composto per esempio da body e pagliaccetto.

Adesso che siamo sicuramente puliti, probabilmente gli sarà venuto pure un certo languorino.

A questo punto, due sono le strade:

  • se allatti al seno non c’è necessità di nulla;
  • se lo alimenti con il latte addizionato, ti devi portare dietro un po’ di accessori. Io personalmente porto sempre dietro dei biberon sterilizzati con già il latte in polvere al loro interno. In aggiunta, in un thermos d’acciaio, porto dell’acqua bollente (credetemi, rimane tale per almeno 6-8 ore) e una bottiglietta di acqua a temperatura ambiente.

In questo modo, appena ci sono i primi sintomi di fame, mi basta aggiungere l’acqua bollente alla polvere già presente nel biberon ed un po’ d’acqua a temperatura ambiente. Così facendo è subito pronto per l’uso e non si rischia di darlo troppo caldo.

Un paio di bavaglini nella borsa quindi tornano sempre utili!

A seconda della stagione poi, può tornare molto spesso utile una copertina. Questa può servire per proteggerlo dal freddo in inverno, o magari dall’aria condizionata troppo forte (in alcuni locali) d’estate.

Ultimo, ma non ultimo: un giochino è sempre comodo e di solito anche molto gradito!

diaper bag borsa per il cambio del neonato


Se volete qualche idea in più per comporre la vostra borsa per il cambio, potete dare un’occhiata alla bacheca dedicata!

Come deve essere la borsa per il cambio del neonato?

  1. Comoda. Sì, avete capito bene. Non di marca o stilosa, ma comoda e di facile accesso per tutti (soprattutto per il papà, che per il cambio può aiutarci tantissimo);
  2. Capiente, perché ci devono stare comode un bel po’ di cose;
  3. Organizzata, in modo da avere più alloggiamenti possibili per i vari oggetti necessari;
  4. Dotata di ganci, per essere appesa alla struttura del passeggino.

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti trovare interessante anche “Esci di casa con il tuo bambino

Please follow and like us: